HOME > Elenco notizie > Riforma del settore - presentato il ddl AS1253. UNIREC contraria.


04/02/2014

Riforma del settore - presentato il ddl AS1253. UNIREC contraria.


Un testo non condiviso con l'Associazione.

Lo scorso 22 gennaio la Senatrice Maria Rosaria Rossi ha ufficialmente depositato il testo del ddl recante "Disposizioni in materia di recupero del credito per conto di terzi" (Atto Senato 1253).

Il ddl, che non è stato minimamente condiviso con UNIREC, ripropone le criticità e la pericolosità già presenti nel ddl AC4583 del 2011, ovvero: 

viene sottratta la competenza al Ministero dell'Interno, che la esercita attraverso la Polizia di Stato e le Questure;

di conseguenza viene abolita la Licenza, titolo autorizzatorio rilasciato dalla Questura che prevede la costante verifica dei requisiti di onorabilità del titolare e degli operatori: uno dei pilatri che hanno consentito in questi anni al settore di svilupparsi in modo sano e strategico per l'economia del Paese, le importanti Committenti, i cittadini e le imprese in difficoltà ad onorare i loro impegni

viene affidato il controllo ad altro Ministero che non conosce il comparto, affidando l'autorizzazione ad operare unicamente all'ennesimo Organismo statalista.


Cosi come fatto nel 2011, UNIREC ribadisce la propria ferma contrarietà a questo Disegno di Legge che stravolge l'attuale assetto normativo di regole e controlli e che - di fatto - annulla completamente quanto il Ministero dell'Interno, con il supporto delle parti sociali interessate, ha esitato in via amministrativa per regolamentare e garantire efficienza e massima trasparenza al comparto della Tutela del Credito.


Per sfogliare la rassegna stampa su questo tema >> clicca qui. >>

Per leggere il comunicato stampa di UNIREC su questo tema >> clicca qui. >>

Fonte : Redazione UNIREC

Tags : no ddl AS1253, UNIREC contraria ddl 1253, riforma settore recupero