HOME > Elenco notizie > Tutela del credito - Interrogazione On. Galati su gare al massimo ribasso.


04/07/2014

Tutela del credito - Interrogazione On. Galati su gare al massimo ribasso.


Citata UNIREC.

Tutela del credito - Interrogazione On. Galati su gare al massimo ribasso.
Presentata il 3 Luglio, alla Camera, un'interrogazione a risposta scritta che chiede al Governo il rispetto sostanziale dei principi di parità di trattamento tra imprese del settore della tutela del credito operanti nel mercato unico evitando l'applicazione del criterio esclusivo del prezzo più basso.


L'interrogante, facendo riferimento ai dati pubblicati da UNIREC, rileva come questi rappresentino in modo chiaro la crescente dimensione e rilevanza del settore.


Dopo aver ricostruito la situazione del settore, l'interrogante riferisce come i suoi operatori denuncino ormai da anni che anche le committenti promuovono gare esclusivamente al prezzo più basso - di cui all'articolo 82 del Codice dei contratti pubblici (D. Lgsl 12 aprile 2006, n. 163) - con conseguente grave pregiudizio per le aziende operanti sul territorio nazionale.
Queste si trovano infatti spesso penalizzate rispetto alle concorrenti europee, operanti in contesti di mercato più favorevoli sia dal punto di vista del costo del lavoro che dal punto di vista del regime fiscale al quale sono soggette e nel quale operano, risultando conseguentemente più competitive.

L'interrogante evidenzia che il trend emergente da questa panoramica testimonia che, nel prossimo futuro, se non interverranno cambiamenti significativi, soprattutto in termini di riconoscimento del ruolo svolto e di un'adeguata remunerazione dei servizi prestati dagli operatori del settore recupero dei crediti, il comparto rischi di implodere.

Alla luce di questo, chiede di sapere:

- quali iniziative il Governo intenda adottare, pure in coerenza con i principi della libera concorrenza, al fine di garantire, nell'ambito delle procedure di gara, il rispetto sostanziale dei principi di parità di trattamento tra imprese del settore della tutela del credito operanti nel mercato unico ed evitare che il criterio del prezzo più basso sia applicato in modo esclusivo ed automatico, con conseguente pregiudizio per le imprese operanti sul territorio nazionale ed, in specie, nel caso in cui le committenti siano società a partecipazione pubblica;

- in quale misura il Governo ritenga di poter intervenire al fine di accertare che, a fronte di una disciplina non uniforme tra i vari Stati membri e nel caso di aggiudicazione di procedure da parte di società aventi sede all'estero ed ivi operanti, la tutela della privacy delle parti dei rapporti obbligatori, oggetto di gestione da parte delle società di recupero crediti, sia garantita.


Fonte : Redazione UNIREC

Tags : rapporto annuale UNIREC, interrogazione Galati, gare ribasso UE