HOME > Elenco notizie > Antiriciclaggio - nuove soglie.


26/08/2011

Antiriciclaggio - nuove soglie.


Cambiano gli importi massimi per l'utilizzo del denaro contante, di assegni trasferibili e di libretti di deposito al portatore.

Antiriciclaggio - nuove soglie.

Il decreto legge n. 138 del 13 agosto 2011, la cosiddetta "manovra di Ferragosto", pubblicato lo stesso giorno in Gazzetta Ufficiale, ha introdotto importanti modifiche alle disposizioni sull'utilizzo di denaro contante, titoli al portatore, assegni e libretti al portatore.

In particolare: la soglia di 5.000 euro è stata abbassata a 2.500 euro.

Perciò, a partire dal 13 agosto 2011, per importi pari o superiori a 2.500 euro:

 

  • è vietato il trasferimento, anche frazionato, di denaro contante, di libretti di deposito bancari e postali al portatore o di titoli al portatore in euro o in valuta estera, effettuato a qualsiasi titolo tra soggetti diversi, a meno che il trasferimento non avvenga per il tramite di banche, istituti di moneta elettronica e Poste Italiane SPA;

 

  • gli assegni bancari e postali, gli assegni circolari, i vaglia postali e cambiari, ivi inclusi i vaglia della Banca d'Italia, devono essere emessi con la clausola di non trasferibilità;
 
Inoltre: il decreto ha previsto che, a partire dalla data di pubblicazione, il saldo dei libretti di deposito bancari o postali al portatore non può essere pari o superiore a 2.500 euro.

Quelli esistenti alla data di entrata in vigore del decreto con saldo pari o superiore a 2.500 euro devono essere estinti dal portatore ovvero il loro saldo deve essere ridotto a una somma non eccedente.

 
Per approfondire, gli Associati possono consultare la circolare n. 35 per la clientela dall'Istituto dei Dottori Commercialisti ed esperti contabili, dedicate all'argomento.
 
E' disponibile nell'area riservata/sezione aggiornamenti fiscali.
 

Fonte : Redazione UNIREC

Tags : soglie antiriciclaggio, decreto legge 138 13/08/2011